Home Attualità Botta e risposta tra Wanda Ferro e il dipartimento Turismo della Regione Calabria

Botta e risposta tra Wanda Ferro e il dipartimento Turismo della Regione Calabria

by Redazione
wanda ferro dipartimento turismo regione calabria
In merito a quanto affermato nelle scorse ore da Wanda Ferro:

“Il centrosinistra perde il pelo ma non il vizio. Il governo regionale, in particolare, non rinuncia ad utilizzare l’amministrazione per le proprie politiche clientelari anche mentre gli uscieri lo accompagnano alla porta. A dieci giorni dalle elezioni è stato aperto e chiuso in una settimana un bando da 174 mila euro per individuare, con una trattativa privata, l’impresa che dovrà portare la Calabria e Milano per la Bit, prevedendo anche servizi quelli offerti da hostess, chef, barman e ufficio stampa dedicato. Dietro il volto di una persona perbene come Callipo, purtroppo, il centrosinistra di Oliverio si ripropone con le vecchie e stantie pratiche clientelari che hanno soffocato l’economia calabrese e mortificato quanti hanno tentato di fare impresa sana. Un centrosinistra a guida Pd che non sa cosa sia la meritocrazia, e utilizza finanziamenti e nomine solo a fini elettorali. Dalla Cittadella giungono voci di tentativi last minute di contributi a pioggia, in spregio alle norme che vietano la concessione di sovvenzioni ed elargizioni dalla settimana che precede la data delle elezioni, che sarebbero state bloccate dagli uffici, e suscitano perplessità anche le nomine messe in cantiere dal governo, come quella per il nuovo presidente del Parco dell’Aspromonte, che arriverà in Commissione ambiente il prossimo 28 gennaio. Per fortuna sono solo gli ultimi colpi di coda di una gestione disastrosa della Regione, che i calabresi stanno per mandare in archivio”.

La risposta del dipartimento del Turismo della Regione Calabria:

In merito alle notizie infondate pubblicate su alcuni organi di stampa, il dipartimento Turismo della Regione Calabria precisa che la procedura di affidamento relativa ai servizi di allestimento e complementari prevista per la partecipazione della Regione alla Borsa Internazionale del Turismo di Milano, che si terrà dal 9 all’11 febbraio prossimi, non è stata affatto esperita in sette giorni, essendo la procedura stessa, pubblicata sul MEPA, ancora in corso e i cui termini per la presentazione delle offerte sono fissati al 27 gennaio prossimo.

Si precisa altresì che tale procedura è espletata nel rispetto del principio di rotazione e trasparenza previsti dalla vigente normativa in materia di appalti pubblici. A tale evento, a cui la Regione partecipa da decenni e le cui date sono fissate dall’Ente Fiera, a prescindere dal termine delle legislature regionali, aderiscono tra gli altri gli enti dei Parchi calabresi e la Città Metropolitana di Reggio Calabria.

Il dipartimento, pertanto, fa rilevare come tale procedura, in attuazione del piano di marketing turistico triennale della Regione Calabria, nonché di quello annuale, è un atto dovuto, in aderenza al principio di continuità amministrativa e di non interruzione dei servizi, al fine di non danneggiare tutti gli operatori turistici calabresi che hanno manifestato da tempo la volontà di partecipazione all’evento fieristico internazionale più importante che si svolge in Italia.

Articoli correlati