Formazione e innovazione tecnologica sono state le tematiche di un incontro virtuale promosso dalla Casa della Cultura Digitale.

pubblicato da La Redazione

Formazione e innovazione tecnologica sono state le tematiche di un incontro virtuale promosso dalla Casa della Cultura Digitale. Hanno partecipato alla discussione oltre 20 ragazzi, studenti o diplomati all’IPSIA legno-arredo di S. Agata di Esaro, che sono iscritti al corso di formazione gratuito di inglese da parte della Virtual Academy.
Il presidente dell’associazione Francesca Tolve nella sua introduzione ha voluto congratularsi con gli studenti ringraziandoli per la loro adesione. “Abbiamo colto una esigenza diffusa da parte di tanti ragazzi che avvertono il bisogno di formarsi e di confrontarsi con il mondo del lavoro che richiede profili di competenze sempre più avanzati e conoscenze in linea con il nuovo mondo digitale e tecnologico. Gli obbiettivi della Casa della Cultura Digitale sono proprio quelli di diffondere la cultura digitale nelle scuole, di ogni ordine e grado, nella società e nel sistema imprenditoriale” ha insistito Tolve.
In tale contesto all interno della mission della CCD abbiamo voluto dare un segnale concreto ai ragazzi dell ipsia offrendo loro un corso di Lingua Inglese gratuito grazie all’accordo di collaborazione sottoscritto con la società Virtual Academy rappresentata da Carmine Sirimarco, Amministratore unico della stessa. Sirimarco ha ribadito il suo impegno affinché il territorio della Valle dell’Esaro possa diventare punto di riferimento di un polo regionale della formazione linguistica e dell’innovazione digitale.
Luca di Renzo collegato da Perugia ed in rappresentanza della società 3DIFIC è intervenuto appassionando i ragazzi sull’ importanza della digitalizzazione delle imprese e delle conoscenze digitali.
Ha coinvolto i ragazzi raccontando l’esperienza della sua azienda impegnata nel settore biomedicale per la prototipazione chirurgica attraverso la stampa 3D.
Ha concluso Francesca Tolve:  Stiamo lavorando in questa direzione cercando di sollecitare l’interesse e la partecipazione attiva delle aziende regionali ad un percorso che pensiamo possa approdare presto alla costituzione di una filiera del legno. E’ urgente il rinnovamento delle imprese artigiane tradizionali verso vere e proprie botteghe digitali con corsi di formazione mirati agli imprenditori e ai giovani.  In particolare l’utilizzo del design e della prototipazione digitale e della stampa 3D nell’intero processo produttivo.

Articoli correlati