Versamenti al PD: una smentita … che conferma

pubblicato da La Redazione

Riceviamo e Pubblichiamo

In merito alle notizie fatte veicolare sugli organi di stampa circa la situazione contabile dei Consiglieri regionali rispetto alle norme dello Statuto, si precisa che tali informazioni pubblicate sono parziali e tendenziose. In realtà in ottemperanza alle norme statutarie i Consiglieri regionali hanno provveduto a regolarizzare la loro posizione al fine di estinguere ogni eventuale pendenza economica.

Enzo Insardà, Tesoriere Regionale

 

Versamenti al PD: una smentita … che conferma

La nota del tesoriere regionale del Pd Enzo Insardà, che volentieri pubblichiamo, non solo non smentisce le notizie pubblicate da varie testate giornalistiche, tra cui la nostra, ma anzi le conferma. Nella nota richiamata, infatti, “si precisa che tali informazioni pubblicate sono parziali. . .”
“Parziali”, non è una smentita.
Il tesoriere ha volutamente usato il termine “Parziali” forse perché i mancati versamenti al PD pubblicati in questi giorni, sono riferiti solo agli ultimi cinque anni trascurando il pregresso? Sarebbe a tal proposito opportuno conoscere i mancati versamenti al Pd di quei consiglieri che nel periodo 2014/2020 erano alla seconda legislatura.
Proprio al fine di fugare ogni dubbio, il tesoriere del PD avrebbe avuto il dovere di pubblicare i riscontri dei versamenti dei singoli Consiglieri regionali sul sito del PD come previsto dalle norme sulla trasparenza dei bilanci dei Partiti (D.L. 149/2013; D.L. 9 Gennaio 2019 n. 3). Ancora fa in tempo a provvedere. Il nostro compito è semplicemente quello di informare correttamente l’opinione pubblica. Il compito del tesoriere del PD, qualora le informazioni non fossero corrette, dovrebbe essere quello di fornire dati ed elementi circostanziati e sopratutto farlo attraverso la pubblicazione dei bilanci e dei documenti contabili come previsto dalla legge.
Nel richiamare tale legislazione sulla trasparenza consigliamo, infine, al tesoriere del PD calabrese Insardà di consultare il sito del PD Nazionale alla sezione  “ Trasparenza: bilanci ufficiali del Partito Democratico “.
Potrà così rendersi conto che le regole e la pratica della trasparenza sono atti costitutivi della vita di un partito. Regole e pratiche che anche per il PD calabrese, dovrebbero essere un valore da tutelare e far rispettare. Chi, come il tesoriere, ha anche questo delicato compito, ha l’obbligo di fare rispettare le leggi e le regole.

 

 

 

 

Articoli correlati