Home PoliticaDalla Calabria Regionali 2020, il nuovo Consiglio Regionale, 19 consiglieri in maggioranza ed 11 nella minoranza

Regionali 2020, il nuovo Consiglio Regionale, 19 consiglieri in maggioranza ed 11 nella minoranza

by Redazione
consiglio regionale calabria
Eletto il nuovo Consiglio Regionale con al timone del Governo regionale la Presidente Jole Santelli.

Alla maggioranza sono stati assegnati 19 consiglieri regionali, alla minoranza 11 compreso il candidato Governatore non eletto Pippo Callipo. La Lega di Matteo Salvini è la new entry del Consiglio regionale che con il 12,3 conquista quattro seggi, cinque seggi sono stati assegnati a Forza Italia, quattro a Fratelli d’Italia, e due seggi per la lista Santelli Presidente, due seggi per la Lista della casa delle Libertà e due seggi per l’Udc.

I candidati eletti nella Lega sono Pietro Molinaro, eletto nel collegio Nord ( Cosenza) con 5.613 voti, Filippo Mancuso eletto nella lista della Lega di Calabria centro ( che raggruppa le province di Catanzaro, Crotone e Vibo) con 6.456 voti e Pietro Raso con 4.708 voti. Nella circoscrizione Sud per la Lega entra Tilde Minasi con 2.228 voti.

Per Forza Italia nel collegio Nord entrano Gianluca Gallo (12.053 voti) e Antonio Di Caprio (3.782), per la circoscrizione centro Domenico Tallini (8.009) e per la circoscrizione Sud Giovanni Arruzzolo (8.649) e Domenico Giannetta (6.483). Quattro seggi per Fratelli d’Italia. Nel collegio Nord Luca Morrone (8.110), per il Centro Filippo Maria Pietropaolo (4.160) e per la circoscrizione Sud, Domenico Creazzo(8.033) e Giuseppe Neri (7.378). Nell’Udc i due eletti sono Giuseppe Graziano (4.877) e Nicola Paris (6.058). Nella Casa delle Libertà Sinibaldo Esposito (10.281) e Pietro Crinò (4.222).

Nella lista Jole Santelli Pierluigi Caputo (5.775) e Vito Pitaro (5.024). Per la minoranza entrano per il Pd nel collegio Nord, Mimmo Bevacqua (7.521) e Carlo Guccione (6.263). Per “Io resto in Calabria” ottiene il seggio l’ex presidente della Provincia Graziano Di Natale (4.752). In Dp trionfa l’ex sindaco di Cetraro e consigliere uscente Giuseppe Aieta (7.454). Al Centro il Pd elegge Libero Notarangelo (6.045) e il sindaco di Serra San Bruno Luigi Tassone (5.351).

Nella lista di Callipo ce la fa un altro Pitaro, Francesco, con 3.317 voti. Flora Sculco blinda il suo scranno anche in questa legislatura, grazie ai 6.043 voti ottenuti nella lista Dp. Il Pd, nel Reggino, conferma il solo Nicola Irto, che con 12.568 voti è il consigliere regionale più votato di questa legislatura. Per “Io resto in Calabria” c’è Marcello Anastasi (1.072 voti), l’eletto con il minor numero di voti. Nella nuova composizione del consiglio regionale ne ritornano in undici e, fatto clamoroso, non vi è più il decano dei consiglieri regionali.

L’ex consigliere regionale On. Pino Gentile che rimane fuori dal consiglio regionale dopo essere stato eletto per ben sette legislature consecutive. Rimane fuori nonostante i 7.821 voti presi per il fatto che la lista della Casa delle Libertà raggiunge una percentuale inferiore di quella raggiunta nelle circoscrizioni Sud e Centro dove vengono eletti i due consiglieri che spettano alla lista. Una sconfitta clamorosa che nessuno poteva presagire in alcun modo.

Dopo 50 anni di continue vittorie l’ex consigliere regionale Pino Gentile, per la prima volta a 76 anni ha assaporato il gusto amaro di non essere eletto, ma, come sempre, nella vita vi è sempre una prima volta.

La Redazione

Articoli correlati