Crotone: “XmasInvasion 2019/2020”, mostra fotografica dedicata a Giuseppe Pace

pubblicato da LaRedazione
giuseppe pace

È in programma, per questo sabato, a partire dalle ore 19, presso il circolo Arci “Lecentocittà” di Crotone (via Mario Alicata, 18) l’inaugurazione a cura della sezione provinciale Anpi della mostra fotografica e documentale dedicata alla memoria di “Giuseppe Pace”, partigiano di origini petiline, morto nel marzo del 1944. Pace morì per la causa dopo essersi unito al Gruppo marchigiano comandato da Mario Depangher che aveva la sua base operativa ad est di Valdiola (San Severino Marche, Macerata).

L’iniziativa si inserisce nel calendario di eventi natalizi “XmasInvasion 2019/2020” promosso dall’Arci di Crotone in collaborazione con tantissime associazioni e organizzazioni del territorio.

Nel corso dell’incontro verrà illustrato dalla fiduciaria territoriale, Giusy Acri, e dal responsabile cittadino, Davide Dionesalvi, il lavoro di ricerca svolto dalla sezione provinciale Anpi nel merito di Giuseppe Pace e di altri combattenti del territorio che hanno preso parte alla Liberazione.

A seguire, si terrà un aperitivo durante il quale sarà possibile tesserarsi all’Anpi. Si ricorda che possono aderire all’Associazione nazionale partigiani d’Italia, non solo i partigiani e chiunque abbia combattuto le truppe nazifasciste, ma anche tutti coloro che aderiscono e si riconoscono nei valori dello statuto.

Chiuderà la serata del 14 dicembre il cantautore crotonese Pompilio Turturo che riproporrà pezzi del suo repertorio e a tema con la serata.

La sezione provinciale dell’Anpi (Associazione nazionale partigiani d’Italia) informa inoltre che, nelle scorse settimane, ha tenuto una riunione organizzativa al fine di rilanciare la propria attività sul territorio. Gli intervenuti hanno compiuto una disamina sulla situazione sociale, politica e storico-culturale circa la crisi identitaria imperante in ampi strati della popolazione. Tutto ciò sarà oggetto di sintesi nel rinnovo degli organismi direttivi previsto per inizio 2020.

Riceviamo e pubblichiamo

Articoli correlati