Home Rubriche Il Pastificio Forte protagonista al Castello Svevo di Cosenza

Il Pastificio Forte protagonista al Castello Svevo di Cosenza

by LaRedazione

Nella suggestiva ambientazione del Castello Svevo di Cosenza si è svolta la prima kermesse enogastronomica basata sui prodotti calabresi.  Al primo appuntamento con la rassegna delle eccellenze calabresi non poteva mancare il connubio tra innovazione e tradizione, produzione industriale e qualità.

Protagonisti di questa “sintonia” da una parte una nota realtà produttiva calabrese, il Pastificio Forte rappresentato dal Dott. Giovanni Guido e dall’altra l’Associazione Scientifica Biologi Senza Frontiere (ASBSF), di cui è Presidente il Dott. Giovanni Misasi. Quest’ultima nasce dalle radici provinciali dell’Ordine dei Biologi che racchiude al suo interno diverse professionalità, oltre a quella dei biologi, con l’intento di apportare le conoscenze scientifiche in diversi settori (igiene e sicurezza alimentare, nutrizione, ambiente, beni culturali, sviluppo ecosostenibile) e supportare le realtà del territorio calabrese e nazionale.

L’ ASBSF, infatti, porta avanti da tempo quello che era il progetto di “Calabria l’abbondante”, progetto di ricerca che si propone di rigenerare i borghi con la capacità di ricostruire il panorama delle colture calabresi, individuando alcune aree territoriali di riferimento, distinguendo quali prodotti della terra le caratterizzano, se e come questi si siano modificati nel tempo e quali invece sono quasi scomparsi.

Calabria, innanzitutto, sinonimo di ricchezza, prosperità, territorio ricco in risorse naturali, enogastronomiche, culturali. A tale progetto è legato il filo rosso dei “Borghi del Benessere”, a cui allo stato attuale hanno deciso di aderire 39 Comuni del territorio calabrese, abbracciando pertanto lo spirito del progetto: valorizzare il proprio territorio, piccolo o grande che sia, promuovendo il ben-essere del cittadino. All’ASBSF il compito di creare uno sviluppo eco compatibile del territorio, promuovere le antichi tradizioni, l’innovazione tecnologica ai prodotti agroalimentari, valutare pietanze o materie prime con importanza nutrizionale e nutraceutica, promuovere le sane abitudini alimentari ed ambientali a “misura” del cittadino che vive la quotidianità del proprio Comune di appartenenza.

Ed è stato proprio il filo rosso dei Borghi del Ben-essere che ha fatto incrociare le strade tra l’Associazione ed il Pastificio Forte, a cui va l’onere e l’onore di aver lanciato una idea progettuale che, meramente per combinazione di casi, è stato denominato “I colori del Benessere”. Il Dott. Guido socio e responsabile marketing di questa prestante realtà produttiva ha immaginato formati di pasta secca che potesse avere una valenza nutrizionale rilevante e, con l’estro e l’accuratezza di un “artigiano della pasta”, ha dato forma alla loro idea innovativa.

Ed ecco in produzione pasta fatta con la curcuma o con la barbabietola o col peperoncino, abbinata a condimenti gustosi che, nel loro insieme, definiscono il carattere del benessere a tavola. Da parte sua, pertanto, l’ASBSF non poteva che accogliere con piacere tale innovazione gastronomica e curarne le valutazioni nutrizionali e nutraceutiche ed a conferire ai piatti ideati il “Marchio Q AssoBio”.

Si tratta di un riconoscimento di qualità che conferisce ai prodotti finiti o alle materie prime il significato di filiera controllata e qualificata, ottemperante delle normative vigenti in fatto di sicurezza alimentare, oltre che di processi finalizzati alla realizzazione di prodotti sani ed apprezzabili dal punto di vista nutraceutico e nutrizionale. Grazie al Marchio Q AssoBio, il Pastificio Forte entra a far parte del circuito delle Trattorie del Ben-essere, nella veste di fornitore di prodotti salutari, diramazione anche questa del progetto dei Borghi del Ben-essere: i ristoratori dei Comuni che hanno aderito al progetto dei Borghi o anche al di fuori dei confini territoriali possono, infatti, vedersi conferire il riconoscimento del marchio aderendo ai dettami del Marchio Q AssoBio ed assicurando che le pietanze da loro preparate seguono le buone prassi in materia di reperimento delle materie prime e della loro successiva lavorazione.

Nello specifico, le trattorie del benessere, per esser tali, vengono periodicamente controllate e monitorate dai componenti dell’ASBSF al fine di assicurare prodotti salubri, rispettosi dell’ambiente e della stagionalità, legati alle peculiarità del territorio. Questi alcuni degli aspetti che permetteranno ai ristoratori non solo di entrare nel circuito delle Trattorie del Benessere, ma anche quello di ottenere il riconoscimento del “Menù a Marchio Q AssoBio”, a seguito della valutazione nutrizionale dei biologi dell’ASBSF.

Ed è stato proprio in virtù dell’incontro tra il pastificio Forte e l’Associazione che è ufficialmente partito un nuovo stimolante percorso che ha visto quest’ultima impegnata a stilare una “carta di identità” dei piatti ideati da Maccaroni Chef Accademy. Il percorso si prospetta proficuo tra queste realtà calabresi, ponendo le basi per una assidua collaborazione, ognuno per proprie competenze, al fine di promuovere il territorio e l’abbondanza dei colori della “Calabria del Ben-essere”.

Riceviamo e pubblichiamo
Pasta Forte

Articoli correlati