Per offrire informazioni e servizi, questo portale utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su qualunque altro link nella pagina o, comunque, proseguendo nella navigazione del portale si acconsente all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli consultare l'informativa sulla Privacy

Lunedì, 22 Aprile 2019
itenfrdees

Muore a 51 anni il consigliere comunale di Scalea, Palmiro Manco. Il ricordo di Letterio Licordari

Posted On Mercoledì, 23 Gennaio 2019 08:50
Palmiro Manco Palmiro Manco

Palmiro Manco, consigliere comunale di Scalea e figura di spicco della politica scaleota, se n'è andato a soli 51 anni, lasciando dietro di sé un vuoto incolmabile. Manco ha perso la sua battaglia con la vita a causa delle complicazioni di un trapianto di cuore, al quale si era sottoposto lo scorso 4 dicembre. L'intervento sembrava perfettamente riuscito, tanto che appena una settimana dopo l'uomo scriveva: "Voglio ringraziare tutte le persone che mi sono state vicine in questo momento difficile, sopratutto chi ha sostenuto in queste ore difficili mia moglie e i miei figli. Un ringraziamento particolare alla mia famiglia e ai miei amici, spero di portare a termine con successo questa battaglia. L'operazione è andata bene ma la strada è ancora lunga. Mi auguro di tornare presto a casa e che il 4 dicembre sia l'inizio di una nuova vita. Un abbraccio a tutti".

Poi, improvvisamente, le sue condizioni erano precipitate il pomeriggio del 31 dicembre. Lunedì sera il quadro clinico era ulteriormente peggiorato, fino a che il suo nuovo cuore ha cessato definitivamente di battere. In queste ore su social i messaggi di cordoglio sono centinaia. Manco era un uomo mite e benvoluto; nonostante avesse una lunga esperienza in politica, non si era mai fatto dei nemici, per quel suo modo educato di esporre le proprie idee senza la pretesa di imporle. La sua ultima carica istituzionale risale al 5 maggio 2016, quando era stato eletto ancora una volta consigliere comunale al Comune di Scalea. Candidatosi con la lista di Alessandro Bergamo, Scalea 3.0, aveva guadagnato 220 preferenze, risultando il più votato della sua compagine.

In passato aveva ricoperto anche il ruolo di assessore comunale e consigliere provinciale e per un periodo era stato segretario dei Verdi. Aveva partecipato anche alle elezioni provinciali di due anni fa, ma non era stato eletto. Negli ultimi tempi, aveva dato un grande contributo per la battaglia inerente alla riapertura dell'ospedale di Praia di Praia. Nonostante i problemi di salute lo affliggessero da tempo, non si era mai arreso e non aveva mai abbandonato la sua grande passione per la politica. Lascia la moglie e due figli.

Il ricordo di Letterio Licordari: "Questa è una notizia che non avremmo voluto apprendere mai, pur consapevoli delle serie condizioni in cui è stato negli ultimi 20 giorni, soprattutto. Palmiro, oltre ai suoi cari, lascia Scalea orfana di un paladino dell'ambiente, di una persona leale e lineare, di un amante del dialogo nella politica come in qualsiasi occasione del suo relazionarsi, anche se era portato a infervorarsi, ma sempre nel rispetto delle altrui vedute e per giuste cause. Palmiro non ha bisogno di coccodrilli e di incensazioni, è stato e rimane uno dei figli di Scalea, di quella Scalea vera, e non soltanto perché conterminata dal centro storico, che rappresenta il legame con un passato di immensa importanza, e che il padre, il compianto Carmine, attraverso i suoi testi, ha tramandato a scaleoti giovani e meno giovani e anche oltre confine. Anche Palmiro ha scritto parte di questa storia d'amore per Scalea e per l'intero territorio dell'Alto Tirreno Cosentino. Buon viaggio, Palmiro!"

 

 

Search

« April 2019 »
Mon Tue Wed Thu Fri Sat Sun
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30