Per offrire informazioni e servizi, questo portale utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su qualunque altro link nella pagina o, comunque, proseguendo nella navigazione del portale si acconsente all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli consultare l'informativa sulla Privacy

Mercoledì, 26 Giugno 2019
itenfrdees

Mimmo Lucano: "Salvini è il nuovo Pinochet"

Posted On Lunedì, 07 Gennaio 2019 16:07
Mimmo Lucano Mimmo Lucano

"L'Italia è in mano al nuovo Pinochet. Sembriamo essere precipitati in una dittatura militare, dove le libertà individuali e i diritti umani contano meno di zero". Così il sindaco sospeso di Riace Domenico Lucano all'Adnkronos commentando la posizione espressa dal ministro dell'Interno Matteo Salvini sulla vicenda dei migranti a bordo della nave 'Sea Watch' a cui viene tuttora impedito lo sbarco in Italia e che nessun Paese europeo intende accogliere.

"Io spero che lo sdegno per questa vicenda - accompagnato anche dall'iniziativa dei sindaci contro il decreto sicurezza - monti ancora di più e assuma dimensioni esponenziali", ha sottolineato. "Io posso fare poco a causa della mia vicenda giudiziaria ma ho accolto come un segno di speranza il dissenso dei sindaci. Non mi piegherò mai all'idea che l'odio, la disumanità e l'indifferenza possano diventare le leggi che governano la nostra società, questo a prescindere da come andranno a finire le mie questioni giudiziarie", ha aggiunto Lucano facendo sapere che "oggi o comunque nei prossimi giorni, presenteremo la richiesta al tribunale per avere la revoca delle misure cautelari che mi impediscono di poter rientrare a Riace" riferendosi al divieto di dimora nel suo comune, per un'inchiesta della procura di Locri che gli contesta i reati di favoreggiamento dell'immigrazione clandestina e illeciti nella raccolta dei rifiuti.

Lucano ha commentato anche la costruzione nel comune di Tarsia, in provincia di Cosenza, di un cimitero dove potranno essere seppelliti i migranti morti nelle traversate in mare, o nel tentativo di raggiungere l'Italia: "La considero una cosa lugubre - ha detto - Mi sembra che anche al cimitero finisca per prevalere l'idea della separazione nella vita come nella morte tra 'noi' e gli 'altri'. No, proprio non mi convince". "Riace ad esempio essendo da tanti anni un luogo di arrivo, di sbarchi e di convivenza, anche è diventato un luogo multietnico. Ricordo il caso della salma di un ragazzo che proveniva dal Darfur e che non trovava la sepoltura in altri cimiteri. Mi è stato chiesto se poteva essere seppellito nel cimitero del nostro comune - ha concluso - e io ho risposto di sì".

Fonte: Adnkronos

 

 

 

Search

« June 2019 »
Mon Tue Wed Thu Fri Sat Sun
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30