Per offrire informazioni e servizi, questo portale utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su qualunque altro link nella pagina o, comunque, proseguendo nella navigazione del portale si acconsente all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli consultare l'informativa sulla Privacy

Sabato, 15 Dicembre 2018
itenfrdees

Denuncia a Cosenza, detenzione non autorizzata di materiale archeologico

Posted On Lunedì, 26 Novembre 2018 11:01

I carabinieri della Stazione di Cosenza, congiuntamente al personale del Nucleo Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale di Cosenza, hanno deferito alla competente Autorità Giudiziaria un 69enne pensionato del luogo, per la detenzione non autorizzata di materiale archeologico. In particolare l’uomo, al termine di una perquisizione domiciliare, è stato trovato in possesso di una campana navale appartenente al relitto sommerso del “Caccia Torpediniere Lince”, reperto trattenuto indebitamente, nonostante esplicita richiesta avanzata dal competente ente comunale per la successiva consegna al locale museo.

Nel medesimo contesto, sono stati rinvenuti e sequestrati i seguenti reperti archeologici: due piedi integrali di anfore; un collo di anfora; due 2 anse di anfora.