Per offrire informazioni e servizi, questo portale utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su qualunque altro link nella pagina o, comunque, proseguendo nella navigazione del portale si acconsente all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli consultare l'informativa sulla Privacy

Lunedì, 10 Dicembre 2018
itenfrdees
« December 2018 »
Mon Tue Wed Thu Fri Sat Sun
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31            

2 ottobre 2018 - A Rogliano convegno sulla crisi della politica in occasione del 44.mo anniversario della morte di Antonio Guarasci

Posted On Venerdì, 28 Settembre 2018 21:48

È opinione largamente condivisa che la politica, nei modi in cui è stata intesa e praticata nel secolo scorso, per un complesso di ragioni è da tempo entrata in crisi, senza che altre modalità razionali e convincenti ne abbiano preso il posto. Come a dire, che il vecchio è morto, ma il nuovo non riesce a nascere.

La situazione di transizione che stiamo oggi vivendo è all’origine di alcuni fenomeni discorsivi (“morbosi”, avrebbe detto Gramsci), esiziali per la democrazia, quali la nascita di leaders solitari, protagonisti di processi di identificazione più che di rappresentanza, e la trasformazione della classe dirigente in classe “somigliante”, che nella identificazione col capo trae la propria legittimazione.

“La crisi della politica e la formazione della nuova classe dirigente” è il tema del Convegno organizzato dalla Fondazione “Antonio Guarasci” a Rogliano il 2 ottobre prossimo, nella Sala Comunale “Patrizia Zumpano” con inizio alle ore 10.30, nella ricorrenza del 44.mo anniversario della morte di Antonio Guarasci, storico e primo Presidente della Regione Calabria.

Ne parleranno, dopo i saluti del Sindaco di Rogliano, Giovanni Altomare, del Dirigente dell’I.I.S. “A. Guarasci” di Rogliano, Rosamaria De Rosa, e del Presidente della Fondazione “Guarasci”, Giuseppe Trebisacce, l’Assessore alla Cultura della Regione Calabria, Maria Francesca Corigliano, e il Sen. Nicola Morra, Presidente designato della Commissione interparlamentare Antimafia. Trarrà le conclusioni il Presidente del Consiglio della Regione Calabria, on. Nicola Irto.