Per offrire informazioni e servizi, questo portale utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su qualunque altro link nella pagina o, comunque, proseguendo nella navigazione del portale si acconsente all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli consultare l'informativa sulla Privacy

Lunedì, 10 Dicembre 2018
itenfrdees
« December 2018 »
Mon Tue Wed Thu Fri Sat Sun
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31            

Borse europee in rosso. Spreafico: "No al ritorno al voto"

Posted On Lunedì, 05 Marzo 2018 09:22
Mario Spreafico Mario Spreafico

Le Borse europee aprono deboli, con Milano maglia nera giù del 2.02%, sulla scia del voto in Italia. Le elezioni premiano, senza indicare una maggioranza certa, M5s e lega, i due partiti più antisistema e più populisti. A frenare il calo delle Borse europee è il si' della Spd alla grande coalizione in Germania. A Milano l'indice Ftse arretra del 2,02%. Londra cala dello 0,06%, Parigi cala dello 0,39% a 5.116,39 punti e Francoforte dello 0,75% a 11.823,92 punti e Madrid dello 0,29%.

"E' ovvio che sui mercati finanziari ci sia preoccupazione per un Parlamento bloccato e per l'assenza di una maggioranza. Mi aspetto all'inizio una forte volatilità anche se alla fine, guardando i numeri, si vede che le forze politiche tradizionali hanno la maggioranza. E tra questi partiti inserisco anche la Lega che ha governato molte volte negli ultimi vent'anni e vederla insieme in una maggioranza con i 5 Stelle mi sembra un'ipotesi esagerata".

Mario Spreafico, direttore investimenti Banca Leonardo, intervistato da Affaritaliani.it, commenta le ripercussioni sui mercati e sulle Borse delle elezioni politiche in Italia.
"I mercati avevano scontato il voto in Italia dopo la riforma elettorale e non è un 3-4 punti in più per il M5S rispetto ai sondaggi che cambia lo scenario. Le Borse, come è noto, vogliono un esecutivo stabile e i 5 Stelle fanno paura perché non hanno mai governato, sono anti-sistema e sono stati anche anti-euro. Non hanno presentato personaggi credibili e tutto ciò fa paura", aggiunge Spreafico.

"Il problema è che a questo punto un governo stabile non può esserci ma più o meno lo si sapeva leggendo i sondaggi". Tracolli in Borsa? "Dopo l'immediata volatilità mi aspetto un recupero sostanziale proprio perché le forze tradizionali sono maggioranza in Parlamento e tra questi partiti c'è anche Salvini". Spreafico aggiunge: "Più che altro preoccupa un'Italia spaccata in due, al Nord vince il Centrodestra e al Sud il M5S".

Bocciato il ritorno al voto. "I mercati non lo vedrebbero per niente bene. D'altronde in Spagna sono stati per più di un anno senza un governo e in Germania per quasi sei mesi. Alla fine non dispiace l'idea che Gentiloni vada avanti a gestire l'ordinaria amministrazione", conclude Spreafico.