Per offrire informazioni e servizi, questo portale utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su qualunque altro link nella pagina o, comunque, proseguendo nella navigazione del portale si acconsente all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli consultare l'informativa sulla Privacy

Lunedì, 19 Novembre 2018
itenfrdees
Items filtered by date: Sabato, 13 Ottobre 2018

Con una nota inviata al Comune di Riace, il Dipartimento Libertà Civili e Immigrazione del Ministero dell’Interno, rispondendo alle controdeduzioni dell’Amministrazione comunale riacese, ha disposto il recupero dei finanziamenti erogati per i progetti Sprar. Il dicastero guidato da Matteo Salvini ha considerato "l’ulteriore protrarsi di modalità gestionali non conformi alle regole che presiedono al corretto utilizzo dei finanziamenti pubblici destinati all’accoglienza dei richiedenti asilo", stabilendo la revoca dei benefici al Comune di Riace e "l’eventuale recupero di contributi già erogati per la cui determinazione si dovrà attendere l’esito dei procedimenti in corso".

Published in Dalla Calabria

Travolto da un'auto e scaraventato sull'asfalto. E' la sorte toccata questa mattina a un ciclista di Belvedere, di cui però non sono ancora note le generalità. L'uomo, a causa delle ferite riportate nell'impatto e in stato d'incoscienza, è stato trasferito in ospedale. Secondo una prima ricostruzione dei fatti sembrerebbe che il ciclista, in sella alla sua bici lungo la ss18, nel tratto in cui a Tortora si intreccia con la ss 585 Fonfovalle del Noce, stesse percorrendo la carreggiata in direzione nord quando avrebbe svoltato a sinistra per immettersi nella stazione di servizio Agip.

Published in Dalla Calabria

Un operaio è stato investito da una frana mentre lavorava, in un fondo privato, alla riparazione di una condotta fognaria a Taverna di Montalto Uffugo. Secondo quanto si è appreso l'uomo è stato travolto da un imponente cumulo di terra, ma è stato subito liberato.

Published in Dalla Calabria

Andrà ai domiciliari Angela Tibullo, la criminologa coinvolta nell’inchiesta “Ares”, scattata lo scorso 2 agosto e condotta dalla Dda di Reggio Calabria contro la cosca Grasso-Cacciola di Rosarno. È quanto stabilito dal Tribunale delle libertà. Per l’accusa il ruolo della donna (alla quale sono contestati il concorso esterno in associazione di tipo mafioso, corruzione in atti giudiziari e intralcio alla giustizia, aggravati dalle finalità mafiose), poprio in virtù della professione esercitata, sarebbe risultato determinante nelle dinamiche associative e nel perseguimento degli interessi illeciti di alcune pericolose articolazioni di ‘ndrangheta del mandamento tirrenico, con particolare riferimento alle cosche Crea di Rizziconi, Grasso e Pesce di Rosarno.

Published in Dalla Calabria

"Bomba carta nella notte contro la sede della Lega ad Ala, in provincia di Trento. Sono stati i cosiddetti “’anarchici”. Orgoglioso delle Forze dell’ordine e dei nostri straordinari militanti che hanno già ripulito". Così in un post su Facebook il ministro dell’Interno Matteo Salvini commenta l’attentato notturno alla sede del Carroccio e assicura che non modificherà la sua agenda che prevede un tour elettorale in Tentino.

Published in Dall'Italia

Per Massimo Bossetti non c’è più possibilità. La Cassazione ha confermato la condanna. Resta in carcere e sconterà la pena definitiva all’ergastolo. E’ la fine di una lunga vicenda, partita il 26 novembre 2010 quando Yara Gambirasio, 13 anni, scompare da Brembate di Sopra, comune in provincia di Bergamo. La giovane ginnasta va in palestra per consegnare uno stereo, poi il buio la ingoia lungo la strada verso casa. Tre mesi dopo, il 26 febbraio 2011, il corpo viene trovato in un campo incolto a Chignolo d’Isola. L’autopsia svela i colpi alla testa, le coltellate alla schiena, al collo e ai polsi. Nessuna mortale, il decesso arriva quando alle ferite si aggiunge il freddo.

Published in Dall'Italia

"Juncker, questo video è per te". Jean Claude, aiutaci tu con i vini italiani. Irresistibile Giorgia Meloni in un video tutto da gustare. Nel corso del suo tour in Trentino Alto Adige per le elezioni provinciali e regionali del 21 ottobre, il presidente di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni ha scelto la Distilleria Marzadro di Nogaredo, azienda italiana d’eccellenza nel settore della distillazione della grappa e della produzione di alcolici, per mandare un video messaggio al presidente della Commissione europea, Jean Claude Juncker. Uno spasso. Reduce da giornate di intensi attacchi contro l’Italia, contro la manovra, contro i “sovranisti stupidi”, Juncker si merita di essere punzecchiato dalla Meloni.

Published in In Evidenza

Dopo molti anni che non avevamo più avuto occasione di frequentarci, è venuto a trovarmi il Figlio, oramai avvocato, di un amico avvocato Calabrese. Il Padre, che pure intendeva visitarmi, ne è stato impedito e lo vedrò nei prossimi giorni. L’ottimo giovane Collega mi ha informato di una penosa e grottesca vicenda giudiziaria in cui è incappato il Padre. Questi, un paio di anni fa era stato arrestato, posto agli arresti domiciliari e, dopo varie vicende tra G.I.P., Riesame etc. si trova ora rinviato a giudizio. Lo conosco bene e so che è una persona di specchiata coscienza. Ma di questi tempi ciò non basta ad evitare incidenti del genere.

Published in Dalla Calabria

Domenica 14 ottobre si terrà a Riace il Comitato Politico Regionale del Partito della Rifondazione Comunista, con la presenza del segretario nazionale Maurizio Acerbo. Si tratta di un Comitato aperto, che vedrà la partecipazione di diverse realtà politiche, sociali e sindacali. L’inizio è previsto per le 10 e vedrà l’apertura dei lavori da parte del segretario regionale del Prc Pino Scarpelli, a cui seguiranno i saluti dell’amministrazione comunale di Riace e gli interventi di compagni ospiti e delegati.

Published in Agenda

Un barcone con 70 migranti partito dalla Libia venerdì mattina è stato scortato dalle motovedette della Guardia Costiera italiana fino al porto di Lampedusa dove ha attraccato in banchina intorno alle tre del mattino. Di lì a poco, è iniziato lo sbarco dei suoi passeggeri. E questa, già di per sé, è una notizia in epoca di porti chiusi, respingimenti e frontiere blindate. Ma lo è ancora di più se si considera che il gesto della Guardia Costiera è stato solo l’atto finale, la resa, di una lunga partita a scacchi giocata sin dalle sette del pomeriggio dal rimorchiatore Mare Jonio - la nave del progetto Mediterranea - contro le autorità, maltesi prima, e italiane poi.

Published in Dall'Italia