Per offrire informazioni e servizi, questo portale utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su qualunque altro link nella pagina o, comunque, proseguendo nella navigazione del portale si acconsente all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli consultare l'informativa sulla Privacy

Mercoledì, 17 Ottobre 2018
itenfrdees

Nei salotti della politica c'è fermento per la nascita di questo nuovo strumento di lotta alla povertà: il reddito di cittadinanza. Ma è davvero nuovo? Attualmente in vigore c'è il reddito di inclusione; fortemente voluto dal governo Renzi è stato sdoganato come una misura di lotta alla povertà e di reinserimento dei soggetti nel mondo del lavoro. In realtà, facendo una valutazione oggettiva, ad un anno e mezzo dalla sua comparsa, diversi sono stati i limiti di questo progetto.

Posted On Lunedì, 15 Ottobre 2018 12:00

Piazza Affari in avvio poco mossa resta debole (Ftse Mib -0,08% a 19.245 punti) con il mercato che guarda al consiglio dei ministri del pomeriggio chiamato ad approvare la manovra. Lo spread tra Btp e Bund è in ribasso a 303 punti con il rendimento del decennale italiano al 3,5%. A tenere a galla il listino sono gli acquisti su Tim che sale del 2% e prosegue un trend già evidenziato la scorsa settimana in scia al buy di Fidentiis. Le vendite zavorrano invece Ferrari (-2,3%), Brembo (-1,68%), Cnh (-1,28%), Exor (-1,09%) e nel credito Mps (-1,22%) e Mediobanca (-1,35%).

Posted On Lunedì, 15 Ottobre 2018 10:17

I laureati che non hanno ancora iniziato a lavorare e non sono iscritti a una forma obbligatoria di previdenza possono chiedere il riscatto della laurea. I contributi possono essere detratti al 19% dal familiare di cui si risulta a carico. Il genitore può quindi defalcare dall’Irpef il versamento effettuato ai fini del riscatto della laurea del proprio figlio. 

Posted On Domenica, 14 Ottobre 2018 09:56

Allarme di Boeri sulla riforma della Fornero che comporterebbe, asuo avviso, un importante incremento del debito che peserebbe sulle generazioni future. A stretto giro la replica di Matteo Salvini: "Se vuole fare politica si dimetta", sottolinea dicendosi sempre più determinato ad andare avanti. L'altolà di Boeri - Introdurre nel sistema previdenziale la quota 100 con un minimo di 62 anni di età e 38 di contributi insieme allo stop all'indicizzazione alla speranza di vita per i requisiti contributivi nella pensione anticipata porta a un "incremento del debito pensionistico destinato a gravare sulle generazioni future nell'ordine di 100 miliardi".

Posted On Giovedì, 11 Ottobre 2018 13:43
Pagina 1 di 5