Per offrire informazioni e servizi, questo portale utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su qualunque altro link nella pagina o, comunque, proseguendo nella navigazione del portale si acconsente all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli consultare l'informativa sulla Privacy

Mercoledì, 17 Ottobre 2018
itenfrdees

Il presidente della Regione Mario Oliverio, insieme all’assessore regionale alle attività culturali Maria Francesca Corigliano, ha incontrato i componenti del Consiglio di amministrazione della Fondazione regionale per la comunità arbëreshë di Calabria e i rappresentanti di alcune Associazioni. Presente alla riunione anche la dirigente generale del Dipartimento cultura Sonia Tallarico e il delegato della Regione all’immigrazione Giovanni Manoccio.

Posted On Martedì, 16 Ottobre 2018 10:31

La pace può camminare più sulle gambe degli uomini e delle idee che su quelle della politica e della diplomazia. E’ su questa riflessione comune, che travalica le barriere geografiche e politiche, che i licei “Tommaso Campanella“ di Belvedere M.mo, attraverso il suo Dirigente Maria Grazia Cianciulli, si fanno promotori di un messaggio universale di armonia e solidarietà globale. 

Posted On Venerdì, 12 Ottobre 2018 06:42

Si credevano persi, ma ora iniziano a riemergere i segreti che i maestri liutai cremonesi si sono tramandati per secoli solo oralmente: a svelarli sono le indagini alla 'Csi' condotte nei laboratori dell'Università di Pavia sul violino 'Piccolo', realizzato da Lorenzo Storioni nel 1793. I risultati preliminari sono stati illustrati nel corso di una conferenza stampa presso la Fondazione Bracco, dove è stata presentata la partnership con il Comune di Cremona e il Museo del Violino che ha portato all'acquisizione e allo studio dello strumento in vista del restauro e della sua esposizione al pubblico prevista per marzo 2019.

Posted On Martedì, 09 Ottobre 2018 22:01

C’è una opposizione poderosa, ossimorica tra la durezza, il fatto oggettivo ed immutabile della “pietra” (potente metafora della figura del padre cui il libro è dedicato) e il sussurro della “sordina” (o della sua voce poetica) a connotare “Erede della pietra. Parola della sordina”, la densa raccolta che Anna Petrungaro ha pubblicato per “ilfilorosso” editore nella collana “Memoria”. La stessa posizione antagonista che già si dispiegava nella precedente “La tenera mattanza” (Città del Sole edizioni, 2009) - tempestosa silloge in cui la poesia irrompeva per consonanze, allitterazioni, rime interne - qui si fa ancora più urgente proprio per mettere “un argine alla fine” (come dichiara esplicitamente l’esergo da Maria Grazia Calandrone) e per recuperare dal fondo di un tempo sedimentato e labirintico, lungo vent’anni, la figura del genitore.

Posted On Martedì, 09 Ottobre 2018 22:00
Pagina 1 di 10