Per offrire informazioni e servizi, questo portale utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su qualunque altro link nella pagina o, comunque, proseguendo nella navigazione del portale si acconsente all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli consultare l'informativa sulla Privacy

Lunedì, 19 Novembre 2018
itenfrdees

Spread Btp Bund in ribasso, Piazza Affari debole. Sotto lente dei mercati Brexit, manovra Italia e voto Baviera

Posted On Lunedì, 15 Ottobre 2018 10:17

Piazza Affari in avvio poco mossa resta debole (Ftse Mib -0,08% a 19.245 punti) con il mercato che guarda al consiglio dei ministri del pomeriggio chiamato ad approvare la manovra. Lo spread tra Btp e Bund è in ribasso a 303 punti con il rendimento del decennale italiano al 3,5%. A tenere a galla il listino sono gli acquisti su Tim che sale del 2% e prosegue un trend già evidenziato la scorsa settimana in scia al buy di Fidentiis. Le vendite zavorrano invece Ferrari (-2,3%), Brembo (-1,68%), Cnh (-1,28%), Exor (-1,09%) e nel credito Mps (-1,22%) e Mediobanca (-1,35%).

Mentre Carige è ancora in luce (+6,12%) con il cda che ha allo studio entro l'anno il lancio di un bond. Sotto la lente anche il Creval (-0,62%) che oggi riunisce il nuovo consiglio con Lovaglio presidente in pectore. Nell'energia in evidenza Snam (+0,63%), Italgas (+0,62%) e a seguire Saipem (+0,48%) che ha siglato nuovi contratti per 400 milioni di dollari. Poco mossa Atlantia (-0,2%). Francoforte è poco mossa dall'esito del risultato del voto in Baviera che ha certificato il crollo della Csu, alleati della Merkel. Il Dax si muove in linea con il resto dei listini europei e cede lo 0,35% a 11.480 punti.

Asia in rosso su tensioni commerciali Cina-Usa - Avvio di settimana in rosso per le Piazze di Asia e Pacifico sui timori per le controversie commerciali tra Cina e Stati Uniti con un possibile rallentamento dell'economia cinese e maggiori oneri finanziari per gli Usa. Situazione che ha mitigato l'ottimismo del rimbalzo della fine della scorsa settimana. E non aiutano le crescenti tensioni diplomatiche tra Arabia Saudita e l'Occidente sul caso di Jamal Khashoggi, il giornalista dissidente saudita scomparso il 2 ottobre scorso nel consolato di Riad a Istanbul.

Tra i singoli listini Tokyo lascia sul terreno l'1,87%, Hong Kong l'1,33%, Shenzhen lo 0,66%, Shanghai e Sydney quasi l'1%, Seul l'1,78%. Sul fronte europeo lo sguardo è rivolto alla Brexit e ai nodi ancora da sciogliere per arrivare ad un accordo fra Regno Unito e Ue. Domina poi la scena l'Italia con il consiglio dei ministri chiamato ad approvare la manovra. Sotto la lente anche l'esito del voto in Baviera con il crollo della Csu, alleati della Merkel.

 

 

Share/Save/Bookmark
« November 2018 »
Mon Tue Wed Thu Fri Sat Sun
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30